IL MANUBRIO

Il manubrio

Insieme alla sella la scelta del manubrio è davvero personale. Il migliore è quello che con cui ci si trova meglio. Magari c’è da spendere qualche parola sulla posizione in sella, ma vediamo con ordine.

Materiali : i più usati sono il carbonio e l’alluminio. Almeno in questo caso non sono molto propenso all’uso del carbonio . Ricordo ancora un volo spaventoso alla Parigi-Rubaix di George Hincapie per la rottura del manubrio. Noi cicloviaggiatori siamo persone tranquille e amiamo la sicurezza 🙂 Su un percorso asfaltato andrebbe benissimo ma non mi entusiasma l’idea di fare collezione di manubri da sostituire ogni volta in base al percorso. Ho già il box di casa invaso da troppo materiale !

guardate cosa capita ad Hincapie  al minuto 1:40 !!!

 

Sulle forme c’è da sbizzarrirsi  ma le più usate non sono poi cosi tante .

Manubrio da corsa : I ciclisti professionisti lo usano mediamente per 40.000 km. ogni anno e non mi risulta che siano devastati dal mal di schiena. Molte bici da turismo lo montano di serie. Consente di cambiare presa con almeno 4 posizioni differenti, cosa davvero importante. Si possono montare dei manettini supplementari per poter azionare i freni anche in presa alta. E questo mi piace parecchio, infatti io li monto.

P1040982

Costano pochi euro e li trovo utilissimi al limite dell’indispensabile. Vasta selezione di appendici ( quelle da triatlon per intenderci) per quelli che desiderano montarle. In questo caso però si limita la praticità della borsa al manubrio limitandone la possibilità di apertura. A me che ci tengo sempre la macchina fotografica darebbero parecchia noia.

3T_ergosum_curva

classica piega da corsa in alluminio

deda-elementi-alanera-manubrio

piega da corsa in carbonio integrata con supporto computer 

Manubrio dritto da mountain bike. Consente meno cambi di posizione mentre si pedala a meno di non montare delle appendici. Queste possono essere posizionate alla parte teminale del manubrio ( ce ne sono per tutti i gusti come forme peso e costo) o anche al centro, come sulle bici da triatlon. Identico problema in questo caso per quanto riguarda l’eventuale borsa al manubrio. Nel fuori strada è quello che da maggior sicurezza.

easton-haven-riser-bar-zoom

un classico per le mountain bike

dscn4059

appendici laterali 

$_12

appendici tipo triatlon 

Manubrio a farfalla. É molto impiegato sopratutto all’estero. L’ho visto quasi sempre rivestito di manicotti di neoprene piuttosto che nastrato . Il neoprene morbido da maggiore confort ma non dura molto. Col tempo si deforma schiacciandosi e la sua funzione viene ridotta. Consente svariati cambi di posizione che, come ho detto, in un viaggio sono importanti. Sicuramente tra i più usati dai cicloviaggiatori

Butterfly-Handlebars1

il classico manubrio a farfalla con manicotti di neoprene

5488_barsfinal2_1

appendici su manubrio a farfalla

Woodchopper : l’ultimo arrivato, assomiglia visto di lato al manubrio classico da bici da corsa pero la piega è meno accentuata e sopratutto non è parallela al telaio ma è rivolta verso l’esterno. A me piace parecchio e infatti da un anno uso solo questo. In presa bassa con la piega rivolta all’esterno riesco a pedalare davvero per tantissimo tempo.

salsa_HBSAW242-6-zoom

Come dicevo la scelta è molto personale. Però un suggerimento vale la pena darlo. La posizione corretta in sella può fare davvero la differenza. Il mio suggerimento è quello di  rivolgersi da un bravo biomeccanico e farsela studiare, magari specificando l’uso prevalentemente cicloturistico della bici. Sono soldi spesi bene.

Poi qualche aggiustamento personale , magari procedendo per tentativi o in base all’esperienza, possiamo sempre farlo. Io ad esempio nei viaggi preferisco una posizione un po più alta rispetto a quella che uso quando mi alleno in bdc.

Esistono in questo caso, lo cito per curiosità, delle apposite pipe regolabili anche in altezza.
prod_3748

Annunci

Informazioni su sergioborroni

medico per professione viaggiatore per diletto
Questa voce è stata pubblicata in viaggi in bici e in canoa .. Contrassegna il permalink.

2 risposte a IL MANUBRIO

  1. marco ha detto:

    Bello parecchio quel manubrio a farfalla. Deve essere la bici di qualche collega tedesco o francese. In particolare, è utile la barra curva all’indietro. Deve essere il massimo in tema di comfort. Dove lo potrei ordinare? Mi sai dare un’indicazione? Grazie mille. marco

    • sergioborroni ha detto:

      si vede spesso su bici tedesche . Sulla comodità e/o utilità non mi esprimo perché nn l’ho mai provato. Non è difficile trovarli. anche aliexpress .comm li vende. ma credo che si possano trovare anche su ebay.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...